Neobox. Un personal computer in macchina.

Quando hai finito a leggere questo articolo, visita la nuova versione di questo computer montata nella mia nuova auto.

Lastra di plexiglas 100 x 120 x 1 cm: 123,00
Scheda TV/FM Hauppage 50,00
Viti e bulloni vari 10,00
Bomboletta spray Oro lucido 4,50
Bomboletta spray verde fluorescente 4,50
Alimentatore DC-DC per auto  (US$ 202) 177,31
Monitor 7 pollici touch-screen 700TS (US$ 479) 404,63
Ventola di raffreddamento 5,30
Scheda wifi 3Com 43,00
Ricevitore GPS 87,00
Totale: 909,24

 

Avere un PC in macchina per poter ascoltare gli mp3, usare il navigatore GPS, giocare con MAME, guardare la televisione e i film DivX è sempre stato un mio sogno...ma ogni tanto i sogni si avverano.

Prima di iniziare la costruzione del mio PC per la macchina, ho voluto saggiare le mie doti di hobbista.

Il primo ostacolo era la realizzazione del case. La scelta è stata quella di usare il plexiglas, sia per l'effetto scenico finale che per la facilità nel taglio.

Il secondo ostacolo è stato trovare una soluzione per l'alimentazione del pc che doveva essere necessariamente presa dalla batteria della macchina. La soluzione perfetta è stata l'alimentatore DC-DC della Opus. Questo alimentatore sopperisce anche ad eventuali cadute di tensione sotto ai 12V (tipo quando si accende la macchina) e permette l'accensione anche di altri apparati. Per esempio, all'accensione della macchina, dopo 10 secondi vengono accesi anche gli amplificatori. Qui di fianco vedete l'alimentatore montato sulla lastra in plexiglass con gli spessori che reggeranno poi l'Hard Disk.

Per il taglio del plexiglas era necessario conoscere le misure del case e le posizioni dei vari fori. Mi era veramente complicato immaginare quali dovessero essere le dimensioni definitive del case e quale fosse la sua forma migliore al fine di ottimizzare lo spazio e il posizionamento dei vari pezzi.

Alla fine la soluzione è stata la più tortuosa. Ho dovuto imparare ad usare Autocad.

Ecco alcune immagini dello studio effettuato in CAD del case e del posizionamento degli elementi al suo interno. La dimensioni del case è stata alla fine definita in 330x200x100mm

In realtà, all'inizio avevo preventivato di effettuare il taglio dei lati del case a 45 in modo da evitare che si vedessero gli spessori di taglio che non sarebbero apparsi trasparenti. Purtroppo il taglio del plexiglas con la sega alternativa non permette, a conti fatti di otttenere un filo a 45 perfetto e le imperfezioni, dovuto ai movimenti della lama durante il taglio, non facevano in fine combaciare i lati. Ho dovuto ripiegare al taglio a 90 anche se il risultato è stato lo stesso soddisfacente.

 

Nella foto sopra vedete le lastre che compongono la base e i lati del case già tagliate. La colorazione azzurra è data dai fogli adesivi che proteggono il plexiglas da eventuali segni durante la lavorazione. Questi fogli saranno eliminato solo dopo il montaggio del case.

Come vedete nell'ingrandimento a destra, il progetto in CAD non è stato solo utile per studiare l'ottimizzazione degli spazi ma anche per il taglio e per l'esecuzione dell'esatta centratura dei fori per le varie viti e bulloni che fisseranno i lati del case e i componenti del computer.

Una delle parti più stressanti del progetto è stata la realizzazione dei fori posteriori della motherboard, della scheda WinTV e dell'alimentatore. All'inizio, l'idea era di fare i soli fori dei vari ingressi, ma poi, a causa dello spessore del plexiglass (1 cm) mi sono accorto che i fori della motherboard si sarebbero sovrapposti l'un con l'altro.

Ho perciò deciso di fare un foro rettangolare inserendovi la piastra fornita in dotazione con la Epia, e di fare i fori per le sole uscite WinTV e di alimentazione.

Anche così, però, il lavoro è stato lungo in quanto i fori fatti con il trapano e la sega alternativa erano sempre troppo piccoli e, con la paura di tagliare via troppo, ho finito con il perdere più tempo del previsto prima di far combaciare i vari elementi.

Anche in questo caso, comunque, il progetto in CAD è stato utilissimo in quanto mi ha permesso di centrare i fori della scheda WinTV al millimetro senza dover cercare di far collimare i fori empiricamente posizionando la scheda stessa sulla motherboard.

Alla fine il risultato è stato un parallelepipedo di 330x200x100mm. Cosi a prima vista non fa un gran bell'effetto...ma vediamo cosa succede poi, quando toglieremo le pellicole di protezione.

La parte che pensavo fosse la più complicata (almeno per me) era la realizzazione del pianale da mettere in sostituzione di quello fornito con la mia autovettura. Invece è stato tutto un divertimento. Il piano in trucciolato l'ho fatto tagliare direttamente in uno di questi centri commerciali (Castrorama di Pescara). Quello che ho dovuto fare io è stato tagliare le sezioni curve, e fissare il case.

La parte più simpatica è stata la realizzazione dei due perni che agganciano il pianale alla macchina e ne permettono la rotazione all'apertura del bagagliaio posteriore. Uno dei perni, per intenderci, si intravede in basso, al centro della foto sopra. Per la realizzazione ho trovato due viti filettanti con un diametro leggermente più piccolo rispetto ai perni presenti nel pianale originale e poi li ho ricoperti con una plastica modellante trovata nello stesso posto in cui ho fatto fare il taglio del pianale. Questa plastica è stupenda, messa in acqua bollente diventa tipo plastilina, è modellabile, si adatta a viti e bulloni e, una volta raffreddata, torna ad essere plastica dura. Inoltre questo processo può essere ripetuto all'infinito. Questa plastica, una volta messa attorno alla vite ha addirittura generato la filettatura ed ora si svita e avvita tranquillamente.

A questo punto la tentazione è stata troppo forte...si va in macchina e si accende..

 

Grosso respiro di sollievo... funziona tutto.

Ora non resta che fissare togliere l'autoradio di serie fornita con la mia Fiat Brava, fissare il monitor LCD e rivestile il pianale con del panno.

Il primo step viene eseguito grazie all'aiuto di un elettrauto che mi ha fornito delle chiavi necessarie all'estrazione dell'autoradio...io non ci sarei mai arrivato.

Una volta estratta l'autoradio di serie, è stato un gioco da ragazzi estrarre il frontalino comandi della mia autovettura e fissarci il monitor.

 

Anche il rivestimento del pianale con un panno apposito è stato un gioco da ragazzi e, quello che rimane, è gustarsi lo sfavillio del PC con le pellicole rimosse ed il neon acceso.

Aggiornamento del 2004-04-01.

Spesso, durante dei viaggi molto lunghi, il S.O. andava in crash. Dopo un po' mi sono accorto che il problema era dovuto al surriscaldamento interno del pc. Nonostante i fori di aereazione laterali, internamente l'aria ristagnava e la CPU, su viaggi un po' lunghi, andava in blocco. Ho risolto aggiungendo una ventola laterale.

Aggiornamento del 2005-02-27.

Ho comprato una nuova macchina, una Lancia musa. Ora si tratta di trasferire tutto. Per ora ho preparato uno schema dei collegamenti tra il pc e gli altri elementi, in modo da non sbagliarmi.

To Do List:

Cosa rimane da fare?

Fare il software di gestione per il PC. Ho cercato in INTERNET ma, l'unico software che si sarebbe potuto adattare è:

  1. fatto a cavolo,
  2. pieno di bug,
  3. non fa tutto quello che vorrei facesse

Inoltre, ho provato a contattare gli sviluppatori per vedere se erano disposti a fornirmi il loro codice che io avrei aggiustato e ampliato con le funzionalità che mi servivano. Questo codice sarebbe poi stato di loro utilizzo sotto licenza GPL. Da questi signori non ho avuto risposta.

Quindi, ho deciso di farmelo da me e, a breve lo troverete in download sotto licenza GPL.

History:

2003-09-17: Inizio progetto
2003-09-17: Contattato via e-mail il produttore della convertitore DC-DC Opus per avere informazioni riguardo al prodotto
2003-09-17: Acquistata lastra di plexiglas 100 x 120 x 1 cm che ci servirà per la costruzione del case.
2003-09-17: Offerta su ebay per scheda TV/FM Hauppage
2003-09-20: Vinta asta su ebay per scheda TV/FM Hauppage. Costo 50 compresa di spedizione
2003-09-23: La scheda TV/FM Hauppage è arrivata.
2003-09-23: Inviato ordine per convertitore DC-DC Opus.
2003-09-24: La scheda TV/FM Hauppage è stata verificata e funziona correttamente
2003-09-28: La Opus mi ha informato che ci vogliono 4 settimane prima di poter evadere l'ordine.
2003-09-30: Iniziata la costruzione di un modello in compensato.
2003-10-11: Acquistate due bombolette spray. Una oro per le viti e le staffe e una verde fluo
2003-10-12: Primo boot del modello in compensato
2003-10-20: Pagamento effettuato alla Opus Solution per alimentatore DC-DC per auto
2003-12-05: L'alimentatore DC-DC è arrivato. Da provare
2003-12-20: Inviato bonifico bancario per acquisto del monitor touch-screen 7' 700TS alla Xenarc
2004-01-04: Primo progetto Autocad del case e della motherboard completo di rendering
2004-01-09: E' arrivato il monito Xenarc
2004-01-14: Iniziato il taglio del case
2004-01-25: Iniziato montaggio del case
2004-02-02 Iniziata costruzione del pannello per la macchina
2004-02-20 Assemblaggio del pannello e del PC
2004-02-24 Installazione del PC in macchina
2004-04-01 Acquistata ventola di raffreddamento e montata nel case
2004-04-27 Acquistato scheda WiFi 3Com 802.11g
2004-04-27 Acquistato ricevitore GPS Royaltec mouse
2004-05-01 Installata scheda WiFi
2004-04-27 Installato ricevitore GPS Royaltec mouse
2005-01-30 Smontato il progetto dalla Fiat Brava causa cambio automobile.

 

Quando hai finito a leggere questo articolo, visita la nuova versione di questo computer montata nella mia nuova auto.